SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI

Sebbene quella degli ologrammi sia una tecnologia conosciuta già da anni, essa non è mai stata sfruttata al pieno delle sue potenzialità, sia a causa dei costi ingenti, sia per via del limite fisico costituito dall’ingombrante aggeggio che fino ad oggi eravamo costretti a calcarci sulla testa. Le cose però stanno cambiando: la nuova frontiera raggiunta dalla tecnologia consente al nostro smartphone di proiettare ologrammi. Ciò ci consentirà di intrattenere conversazioni telefoniche con una proiezione olografica del nostro interlocutore, a misura reale ed in 3d, oppure di osservare oggetti virtuali galleggiare in aria fluttuando sopra il nostro smartphone da polso.

SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI

Avete un déjà-vu? In effetti sembra l’avverarsi di una predizione del film Star Wars, in cui l’immagine olografica della Principessa Leia veniva proiettata dal robot R2-D2.  A renderla possibile, quasi quarant’anni dopo, è stata la start-up californiana della Ostendo Technologies, che ha sviluppato la prossima generazione di schermi con l’obiettivo di raggiungere efficienza e prezzo accessibile dei prodotti garantendo alti standards del dispositivo e del sistema. L’azienda ha trascorso gli ultimi nove anni elaborando dei proiettori in miniatura in grado di irradiare filmati nitidi ed immagini tridimensionali senza l’uso di occhialetti, sia da smartphones che da grandi schermi. Quantum Photonic Imager è il nome che è stato assegnato a questo dispositivo, costituito da LED microscopici gestiti da un chip che può controllare il colore, la brillantezza e l’angolo di ogni fascio di luce tra oltre un milione di altri pixels. Tra le qualità migliori del sistema, la risoluzione: con una densità di circa 5000 pixels per pollice è in grado di garantire una spettacolare accuratezza delle immagini (si pensi a confronto che la risoluzione di uno smartphone è di meno di 400 punti per pollice). Si comprende perciò perché siano in tanti ad aver creduto in Ostendo, che ha raccolto ben 90 milioni di dollari di investimenti privati ed altri 38 da fondi governativi destinati alla ricerca e allo sviluppo. Tra i generosi finanziatori, nomi importanti come Pether Thiel, il primo investitore di Facebook, e la Darpa, la futuristica agenzia di ricerche avanzate che fa capo all’esercito USA e che ha lavorato sul predecessore di Internet e su automobili che sono in grado di guidarsi da sole. SMARTPHONE SMARTPHONE SMARTPHONE SMARTPHONE SMARTPHONE SMARTPHONE SMARTPHONE

SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI

Il primo prototipo del chip, la cui uscita sul mercato è prevista per il prossimo anno, occuperà meno di mezzo centimetro cubico (più o meno l’impegno della camera di un I-phone) e potrà mostrare soltanto video in due dimensioni, ma la proiezione potrà riempire schermi fino a ben 48 pollici. La Ostendo assicura che la successiva versione (acquistabile a partire dalla seconda metà del 2015) sarà in grado di annettere la tridimensionalità all’immagine olografica, aggiungendo al costo dello smartphone una cifra modesta, di non più di 30 dollari.

SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI

La tecnologia degli ologrammi e il suo utilizzo nelle telecomunicazioni è stato oggetto di studio anche in Italia, per merito del gruppo di ricerca guidato dall’Istituto Nazionale di Ottica del Consiglio Nazionale delle Ricerche e la società Quintetto. Il progetto, chiamato “Telepresenza olografica”, rende possibile portare sul mercato, a prezzi accessibili, un’interazione molto realistica tra due interlocutori a distanza, sfruttando la proiezione di un’immagine bidimensionale inserita in un ambiente tridimensionale. Il tutto in diretta live ed usufruendo di una comune connessione internet. Coloro che hanno provato la telefonata in 3d hanno dichiarato di avvertire di essere realmente seduti di fronte al proprio interlocutore e non di star conversando con una sua riproduzione.

SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI

Di fronte alla possibilità di guardare la tv in 3d senza occhialini, di poter possedere tablets e smartwatches in grado di proiettare ologrammi delle riproduzioni video, dello shopping online o di videogiochi e consentire la telefonata a tre dimensioni, appare evidente che la relazione tra le persone e la tecnologia cambierà ed alimenterà una nuova ondata di opportunità di business.

Scritto da Alice Moreschini


Pubblicato il: 19.05.2016 alle 10:30:14

SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI

Must Consiglia:

SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI - Home Page

SMARTPHONE CON PROIEZIONE DI OLOGRAMMI